Cos’è lo Stato Patrimoniale?

Tutte le aziende che si trovano a fare il bilancio d’esercizio conoscono lo Stato Patrimoniale. Ma di cosa si tratta e quali sono le voci che lo compongono? Scopriamolo assieme!

Lo Stato Patrimoniale in base al Codice Civile

In base a quanto stabilito dall’articolo 2423 del codice civile, il Bilancio d’esercizio deve essere costituito da Stato Patrimoniale, Conto Economico, Nota Integrativa e relazione sulla gestione. In particolare, soffermandoci sullo Stato Patrimoniale è bene ricordare che si tratta di uno schema contabile in grado di mettere in risultato lo stato di salute dell’azienda.

Si tratta di un prospetto statico e per la sua redazione bisogna far riferimento a quanto stabilito dalla normativa vigente. A tal proposito bisogna ricordare che la struttura dello Stato Patrimoniale vede la divisione in Attività e Passività, oltre ad un’articolazione degli elementi su quattro livelli.

Il primo livello è evidenziato con le lettere, il secondo con i numeri romani, il terzo con quelli arabi e l’ultimo con lettere scritte in minuscolo. Entriamo quindi nel dettaglio e scopriamo assieme quali sono le voci che caratterizzano l’Attivo e il Passivo dello Stato Patrimoniale.

Stato Patrimoniale: Attivo e Passivo

Soffermandoci sul lato destro dello Stato Patrimoniale partiamo dalle Attività. Quest’ultimo è caratterizzato dalle seguenti macro classi, ovvero:

A) Crediti verso soci derivanti da sottoscrizioni di nuove quote di capitali per le quali non è ancora stato effettuato il conferimento

B) Immobilizzazioni

C) Attivo circolante

D) Ratei e risconti attivi

Soffermandoci sulle Immobilizzazioni, rientrano in questa categoria tutti i beni aventi vita utile superiore ai 12 mesi ed è possibile distinguere tra immateriali, materiali e finanziarie. Per quanto concerne l’attivo circolante, infatti, vi fanno parte le risorse che possono essere utilizzate nel breve termine, comprese le rimanenze.

Il lato delle passività è suddiviso a sua volta nelle seguenti macro aree:

A) Patrimonio netto, ovvero il frutto della differenza tra attività e passività, essa è costituita dal ma anche capitale sociale sottoscritto dai soci, riserve utili e perdite riportati a nuovo, utile e perdita di esercizio.

B) Fondi per rischi ed oneri volti a coprire eventuali perdite e debiti

C) Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato

D) Debiti, che a sua volta comprende diverse sotto voci tra cui debiti verso fornitori e debiti tributari

E) Ratei e risconti passivi

A questo punto abbiamo visto assieme cos’è lo Stato Patrimoniale e quali sono le voci che lo costituiscono, Come avete potuto notare si tratta di un prospetto contabile estremamente importante, grazie al quale poter apprendere la situazione degli impieghi e delle fonti di finanziamento della propria attività. Allo stesso tempo non è l’unico elemento da prendere in considerazione è pertanto è fondamentale valutare tutte le vari voci che compongono il bilancio d’esercizio.