contabilità semplificata 2019: come funziona il regime di cassa? - Contabilità Fiscale

Contabilità semplificata 2019: come funziona il regime di cassa?

Contabilità semplificata 2019: come funziona il regime di cassa?

Contabilità Ordinaria      Contabilità Semplificata      Regime forfettario      Prezzi Canoni Contabilità



Contabilità semplificata 2019: come funziona il regime di cassa?

Come funziona il regime di cassa per i titolari di partita IVA nel nuovo regime semplificato?

Contabilità Fiscale. Regime contabile semplificato per cassa: come funziona e quali sono le principali regole?

La Legge di Bilancio 2017 ha riformato il regime contabile delle imprese in contabilità semplificata, introducendo il principio di cassa anche per questa particolare tipologia di contribuenti.

Con le regole sulle contabilità semplificate per cassa si è avuta l'equiparazione tra la gestione contabile e fiscale di commercianti ed artigiani a quella già oggi in vigore per i professionisti.

In sintesi, il reddito delle contabilità semplificate per cassa viene determinato facendo riferimento ai ricavi effettivamente incassati, a prescindere dalla competenza economica (principio che, com'è noto, caratterizza il regime contabile ordinario).

  

L'Agenzia delle Entrate è intervenuta in materia di determinazione del reddito delle "imprese minori" con la circolare numero 11/E del 13 aprile 2017

Regime contabile semplificato per cassa 2018, comunicato stampa e circolare Agenzia delle Entrate numero 11/E del 13 aprile 2017:

Circolare Agenzia delle Entrate numero 11/E del 13 aprile 2017

Nuovo regime di determinazione del reddito per le imprese minori, disciplina Irpef e Irap: cliccando sull'icona i lettori possono scaricare la circolare Agenzia delle Entrate numero 11/E del 13 aprile 2017 in formato pdf.

Scarica Circolare

Regime di cassa al via per le imprese in contabilità semplificata

SAVE 20%Comunicato stampa ufficiale dell'Agenzia delle Entrate che annuncia la circolare esplicativa con i chiarimenti operativi in materia di regime semplificato per cassa 2017.

Scarica Circolare

Come funziona il regime di cassa 2019 per le Partita IVA in regime contabile semplificato



Già da qualche anno commercianti e artigiani spingevano verso una riforma delle regole base che disciplinano il funzionamento della loro partita IVA; non si tratta, tuttavia, di modifiche legate esclusivamente all'abbassamento delle imposte e delle tasse.

Con la Legge di Bilancio di due anni fa, infatti, è stata introdotta una novità assoluta per artigiani e commercianti operanti con il regime contabile semplificato.

Di cosa si tratta?

Com'è noto, i contribuenti titolari di partita IVA nel regime contabile semplificato che svolgono attività commerciale e artigianale determinano il reddito secondo il principio di competenza economica, a prescindere al momento dell'effettivo incasso della fattura.

Ovviamente questa circostanza può creare dei gravi sfasamenti nel ciclo finanziario di questi contribuenti, soprattutto nel momento in cui i clienti si rivelano ritardatari. Per un piccolo artigiano o commerciante il ritardato pagamento di una fornitura si può tradurre in gravi difficoltà di carattere operativo.

Per ovviare a tutto ciò la Legge di Stabilità 2017 ha introdotto una regola rivoluzionaria per gli artigiani ed i commercianti che operano in contabilità semplificata: il loro reddito potrà essere determinato secondo il principio (regime) di cassa.

Ciò comporta che il relativo reddito si calcolerà esclusivamente con riferimento a quanto effettivamente incassato, come avviene nel caso dei professionisti.


Partita IVA: differenza tra regime contabile ordinario, semplificato e agevolato

Il regime contabile che può essere utilizzato da un contribuente titolare di partita IVA non è altro che l'insieme di regole che ne disciplinano il funzionamento contabile e fiscale.

Oggi i titolari di partita IVA, ditte individuali e società, possono avvalersi di tre differenti regimi contabili, così come indicato nella seguente tabella:

Regime semplificato delle imprese minori Limite ricavi attività di prestazioni di servizi Limite di ricavi altre attività
Regime semplificato delle imprese minori ricavi < 400.000 euro ricavi < 700.000 euro
Regime contabile ordinario ricavi > 400.000 euro ricavi > 700.000 euro
Regime contabile forfettario (agevolato) ricavi max 30.000 euro ricavi max 50.000 euro

In realtà, per il regime forfettario sono previsti una molteplicità di limiti di ricavi, collegati a loro volta al codice ateco dell'attività svolta.


Semplificata, regime di cassa 2019: come determinare il reddito fiscale?

Ai fini della determinazione del reddito fiscale delle imprese in contabilità semplificata è possibile avvalersi dei tre metodi previsti dal nuovo articolo 18 del d.p.r. 600/1973:

Registro degli incassi e pagamenti (RIP);

Registri Iva integrati (RII);

Registri Iva con opzione comma 5.


Analizziamo quindi sinteticamente i tre metodi utilizzabili per la determinazione del reddito ai fini delle imposte dirette nel caso dei semplificati nel nuovo regime di cassa.

Calcolo reddito semplificati per cassa 2019 nel metodo del registro incassi e pagamenti (RIP)

Il primo metodo di calcolo per il reddito dei semplificati per cassa è quello del registro incassi e pagamenti (RIP). Si tratta del metodo più complesso poich´ aumenta i controlli dei movimenti finanziari, rendendo questa contabilità molto più vicina a quella del regime ordinario piuttosto che del regime semplificato.

In ogni caso potrebbe essere particolarmente vantaggioso adottare questo metodo nel caso di contribuenti che si avvalgono del regime IVA per cassa.

Calcolo reddito semplificati: regime di cassa nel metodo dei registri IVA integrati

Il secondo metodo previsto dal nuovo articolo 18 del d.p.r. 600/1973 per il calcolo del reddito fiscale nel caso dei semplificati per cassa è quello dei registri IVA integrati.

In questo caso il metodo è lo stesso di quello previsto dal DL 695/96 per i professionisti; in particolare, occorre annotare i costi fuori campo IVA oltre ovviamente alle fatture emesse e ricevute. Alla fine dell'esercizio occorre poi annotare quelle fatture (già registrate ai fini iva) per le quali non è avvenuto il pagamento o la riscossione. Il calcolo del reddito da indicare nel quadro RG della dichiarazione dei redditi avverrà per differenza fra questi ultimi due valori.

Calcolo reddito semplificati: regime di cassa nel metodo della registrazione o metodo opzione comma 5

Il nuovo articolo 18 del d.p.r. 600/1973 individua la panacea di tutte le difficoltà dei professionisti che devono assistere gli imprenditori titolari di partita IVA nel regime contabile semplificato per cassa al comma 5:

"Previa opzione, vincolante per almeno un triennio, i contribuenti possono tenere i registri ai fini dell'imposta sul valore aggiunto senza operare annotazioni relative a incassi e pagamenti, fermo restando l'obbligo della separata annotazione delle operazioni non soggette a registrazione ai fini della suddetta imposta. In tal caso, per finalità di semplificazione si presume che la data di registrazione dei documenti coincida con quella in cui è intervenuto il relativo incasso o pagamento"

Si tratta del cosiddetto metodo della registrazione o metodo opzione comma 5.

Probabilmente si tratta del metodo di calcolo del reddito per i contribuenti aderenti al nuovo regime di cassa per le contabilità semplificate più adatto per i dettaglianti, ovvero per coloro che normalmente incassano subito il corrispettivo (bar, parrucchieri, ecc.) ma pagano con piccole dilazioni i propri fornitori.






Richiedi Ulteriori Informazioni

VI SOLLEVIAMO DAL PESO DELLA BUROCRAZIA

PENSIAMO AL VOSTRO FUTURO, MANTENIAMO LA VOSTRA CONTABILITA' ORDINATA E SEMPRE AGGIORNATA

NON SOLO VI FACCIAMO RISPARMIARE TEMPO E DENARO, MA IL NOSTRO SERVIZIO E' IL PIU' ACCESSIBILE

I nostri Uffici:

Contabilità Fiscale.
Via Goffredo Mameli N 4/ bis 12100 Cuneo CN

AVANET SRL:
P.IVA 03772060046
Capitale Sociale € 50.000,00 - (CN) ITALY
REA CN 315773

Telefoni:

Assistenza Nuovi Clienti: Tel: 01711836906

Linee attive dalle 8:00 alle 19:00 dal lunedì al venerdì.

Supporto Clienti: Tel: 01711836895

Fax: Fax: 01711832144

Linee attive dalle 8:00 alle 19:00 dal lunedì al venerdì.

Scrivi una Email:

Assistenza Nuovi Clienti: assistenza@contabilitafiscale.it

Risponderemo entro 1 giorno lavorativo

Supporto Clienti: supporto@contabilitafiscale.it

Risponderemo entro 1 giorno lavorativo

La nostra Forza

La nostra Forza sta nel costruire un rapporto di fiducia con ogni cliente che sceglie di rivolgersi a noi. Offriamo assistenza completa grazie ad una struttura organizzata ed efficiente che permette una gestione all'avanguardia della contabilità. Grazie alla nostra piattaforma Online, i nostri clienti sanno di potersi concentrare sul loro lavoro, ottimizzando i tempi.

Come funziona

Essere nostro Cliente vi permette di accedere alla vostra contabilità in qualsiasi momento. Questo perchè inserirete i dati dei vostri documenti contabili sulla piattaforma online, in modo che possano essere subito visualizzati dal vostro commercialista. Un metodo facile ed innovativo, che semplifica notevolmente la gestione della contabilità

Contabilità Fiscale. e in Cloud. Prendi il controllo della tua azienda e della Fattura Elettronica.

Titolari di attività possono decidere di cambiare commercialista e di farsi seguire dal Servizio Contabilità Fiscale anche ad anno iniziato. I nostri commercialisti saranno disponibili per aiutarvi con questioni pregresse.

Richiedi Informazioni
In caso di ispezioni o richiesta di chiarimenti da parte delle autorità competenti ci interfacceremo con gli organi appositi supportando il cliente nella fase di controllo. Come professionisti iscritti ai rispettivi albi professionali, siamo obbligati legalmente, nonchè moralmente, a rispondere del nostro operato per gli anni di nostra competenza, anche a distanza di anni, qualora il cliente abbia cessato l''attività o cambiato consulente.
Si! Lo scambio di contratti e documentazione legale avviene tramite l'utilizzo di una casella di posta elettronica certificata (PEC) con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno come stabilito dalla vigente normativa (DPR 11 Febbraio 2005 n.68) al fine di facilitare e certificare le comunicazioni tra le parti.
NO! non c'è nessuna penale è sufficiente terminare il trimestre e si è liberi di cambiare Consulente Fiscale. Tuttavia, è consigliato soprattutto per le società, di terminare l'anno in corso con lo stesso consulente prima di eventualmente cambiare gestione.
E' possibile pagare tramite bonifico bancario, carta di credito, anche prepagata, Paypal o tramite prelievo automatico SEPA per i servizi ricorrenti. I nostri servizi prevedono un pagamento anticipato, ed è possibile pagare i servizi contabili anche in 4 rate trimestrali
Quello che ci permette di avere un prezzo competitivo sul mercato è dato dal fatto che sarai tu a gestire in autonomia la tua pagina personale e ad archiviare i documenti, dal programma di contabilità online potrai emettere fatture preventivi, inviare in automatico le fatture elettroniche ai tuoi clienti e riceverle, gestire il magazzino , Le comunicazioni avverranno prevalentemente via mail, facendo risparmiare quindi tempo e denaro.
I vostri file sono gestiti esclusivamente da Contabilità Fiscale secondo le attuali leggi in vigore, archiviati sui server di nostra proprietà con sede in Italia e protetti da password ed encryption. Copie di backup sono effettuate regolarmente al fine di evitare perdite accidentali. E' inoltre utilizzato il protocollo HTTPS per la gestione sicura dei pagamenti.

Copyright © 2019 - 2019 - CONTABILITA FISCALE - Tutti i diritti riservati - AVANET S.R.L capitale sociale € 50.000,00 - (CN) Italy - REA CN 315773 - P.IVA 03772060046